La grafica non è un gioco da ragazzi

Ebbene sì, l’autrice del logo del ristorante dei Furboni è questa qui accanto: Clementina Furboni, anni 12, studentessa della seconda media con il pallino per l’arte.

Quando il signor Furboni ha visto in pagella quel 9 in disegno, la remota possibilità che contattasse uno studio grafico è svanita per sempre. Ci pensa la piccola Clementina, che disegna tanto bene. E così, dopo aver composto quel naming così accattivante, Addolorata Cucina dal 1957, i Furboni insistono con il logo.

addolorata furboni

Come mandare in pappa l’immagine di un ristorante

Clementina ama i draghi e adora l’arancione e ha pensato di unire le sue passioni nel logo del ristorante di famiglia. Non si è chiesta se c’entrasse qualcosa con la cucina tradizionale né quali valori trasmettesse al target. È una dodicenne, mica una grafica!

Il risultato, beh… lo vedete da soli. Un minestrone di messaggi scoordinati che non comunicano altro che ‘cambia ristorante’.

virgole

Risparmiare, ma a che prezzo?

Presto arrivano le risposte della gente. Da quando c’è l’insegna nuova, i tavoli sono più vuoti. I passanti tirano dritto senza neanche guardare il menù di fuori. E un paio di volte delle mamme si affacciano chiedendo se è quella la ludoteca.

I Furboni hanno la testa dura ma voi siate più saggi. La nipotina che ama il disegno portatela a una mostra e il logo della vostra attività chiedetelo a chi lo sa fare veramente. A noi di pinktree, per esempio, che siamo draghi con i loghi!

vernice

Siete curiosi di sapere come va a finire?

SEGUITE LE PROSSIME IMPRESE DEI FURBONI SUI SOCIAL.

La prossima settimana:
IL SITO
ovvero ‘mal di pancia al primo click!’
.

image00
Furboni - Il logo

SEGUITE I FURBONI SU