Un’ antenna non fa primavera

Ormai li conoscete: i Furboni hanno la testa dura come un melone. Volevano un sito internet per il ristorante ma, al solito, chiamare un professionista non era nel menù. Così hanno chiesto a lui: Sergio Paraboloni. Siccome una volta gli ha sbloccato il decoder durante il derby, per i Furboni può fargli anche il sito. E quello accetta, perché no? In fondo un lavoretto in più fa sempre comodo.

“Ci sono certi programmi facili facili con cui fai il sito in 5 minuti”, promette. Paraboloni, non sai in che groviglio ti stai cacciando

pinktree-web design

Un sito brutto come la fame

E infatti il sito è impossibile da navigare. Il logo di Clementina non si riconosce, e questo potrebbe pure essere un bene… se non fosse che danneggia la popolarità del locale.

Quanto al resto, beh, giudicate voi. Usabilità: zero. Appeal: meno cinque. Cura dei contenuti: inesistente. Tra caricamenti lenti, pagine che non si aprono e un look da dimenticare, il sito del ristorante fa proprio pena.

Risultato: altri clienti persi per i Furboni che volevano risparmiare.

Sergio Paraboloni

Se esiste il web design ci sarà un motivo.

Anche se i Furboni non l’hanno ancora capito, la comunicazione aziendale è un mestiere che richiede competenze specifiche e professionisti qualificati.

Vi fareste fare l’impianto elettrico da un fornaio? E allora perché date il sito in pasto a uno che non ne sa niente?

Datelo a noi di pinktree, che mangiamo pane e web da tanti anni.

pinktree-web design

Siete curiosi di sapere come va a finire?

SEGUITE LE PROSSIME IMPRESE DEI FURBONI SUI SOCIAL.

La prossima settimana:
LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA
ovvero ‘quando la pubblicità ti si ritorce contro’
.

image00
Furboni - Il naming

SEGUITE I FURBONI SU